×

Cannigione e Arzachena: cosa vedere

cosa-vedere-cannigione-e-arzachena-avitur

Cannigione è una frazione del comune di Arzachena di circa 800 abitanti (che in estate diventano molti e molti di più). Da villaggio di pescatori, Cannigione è ora diventato uno dei borghi turistici più frequentati della Costa Smeralda. Inutile dire che il turismo che lo interessa è soprattutto balneare e quindi estivo.

 

Se vuoi trascorrere una vacanza al mare in estate, consulta i nostri appartamenti vacanze a Cannigione, ideali per una vacanza in famiglia o con gli amici.

 

Ma come trascorrere le tue vacanze? Scopri cosa visitare a Cannigione e nei vicini dintorni.

 

Cosa vedere a Cannigione e Arzachena?

Per scoprire di più sulle spiagge, ti consigliamo di leggere questo articolo. Oggi vogliamo parlarti delle altre attrazioni e particolarità da vedere in questa parte della Sardegna.

 

Cannigione è diventato uno dei centri più importanti per gli amanti del diving e snorkeling grazie alla particolarità dei suoi fondali. L’azzurro del mare e soprattutto i particolari banchi di posidonie, meritano una visita non convenzionale. Per tutti erroneamente conosciute come “fastidiose alghe”, le posidonie sono invece vere e proprie piante acquatiche, fondamentali nell’habitat marino. Ossigenano l’acqua e all’interno di esse potrai ammirare moltissime specie di pesci e abitanti del mare.

 

Se sei un amante del birdwatching in questa zona, nello stagno di Padula Saloni, potrai scorgere l’airone rosso, il falco pescatore e anche il germano reale, la cicogna nera e qualche fenicottero rosa.

 

Il Porto Turistico, nel lungomare Andrea Doria, è uno dei più attrezzati: i suoi numerosi pontili e servizi lo rendono uno dei principali della zona.  Da questo porto potrai anche partire per escursioni all’arcipelago della Maddalena.  Il parco nazionale dell’arcipelago de La Maddalena è il primo in Sardegna e non potrai rinunciare ad una visita tra le sue coste e insenature modellate dal vento. In questo paradiso troverai anche numerose opere di architettura militare, vista la particolare posizione strategica che rivestiva questo punto. Potresti organizzare un trekking alla scoperta dei fortini, torri e postazioni antiaeree, le guide del parco saranno liete di accompagnarti.

 

Nel piccolo paesino di Cannigione puoi visitare inoltre la chiesa di San Giovanni Battista, il patrono, e la chiesa campestre di Santa Maria della Neve.

 

Muovendoci verso Arzachena si trovano numerosi siti archeologici, per chi ama la storia del luogo:

  • La Necropoli di Li Muri: chiamata anche necropoli delle tombe a circoli perché le pietre tombali sono disposte a cerchio.
  • Il Nuraghe Albucciu: testimonianza importante di nuraghe a corridoio, immerso tra olivastri e macchia mediterranea.
  • Il Tempio di Malchittu: accanto al nuraghe Albucciu si trova questo antico edificio sacro quasi perfettamente conservato
  • Le Tombe dei Giganti di Coddu Vecchiu, in granito locale, e Li Lolghi, situata su un rialzo collinare e lunga 27 metri
  • Il Nuraghe La Prisgiona, composto da un nuraghe di tipo tholos e da un villaggio di circa 100 capanne, non tutte riportate in superficie.

 

Curiosità su Cannigione e Arzachena

Il simbolo di Arzachena è la Roccia del Fungo, chiamata dai galluresi Monti Incapiddatu, un grosso blocco di granito modellato dal vento e dalle piogge che si trova in località Sarra, non lontano dal centro di Arzachena. Puoi andarlo a visitare percorrendo la via Limbara.

 

In Gallura e nei dintorni di Arzachena e Cannigione ti capiterà di vedere rocce granitiche note come tafoni o conchi. Sono grotte naturali formate nelle rocce granitiche tipiche della zona che vengono alterate negli anni dai fenomeni naturali e dall’umidità. Rivestono un importante esempio di architettura rustica della zona.

 

Speriamo di averti dato dei suggerimenti utili per visitare questa parte della Sardegna. Naturalmente, non perdere anche le spiagge di Cannigione e Arzachena.